Prova PubCoder 3

Rilasciata la nuova versione di PubCoder 3 in beta per Mac
06/07/2017
Di Angelo Scicolone pubblicato in Tech

Riprogettato, da cima a fondo

La nuova versione di PubCoder è stata completamente ridisegnata tenendo conto di tutto ciò che abbiamo imparato in tre anni di sviluppo: ovviamente abbiamo aggiunto molte nuove funzionalità, ma abbiamo anche apportato dei cambiamenti profondi che hanno rivoluzionato alcune funzionalità già presenti, semplificando e nascondendo la complessità del software dov’era necessario. Infine, abbiamo confezionato il tutto in una nuova interfaccia utente più pulita e moderna.

 Ci stiamo ancora lavorando, ma siamo così eccitati da questa piccola rivoluzione nel nostro software che abbiamo deciso di condividere qualcosa con voi prima della release definitiva. Quindi abbiamo deciso di rilasciare una versione beta di PubCoder 3 per Mac, disponibile da oggi. Gli utenti Windows dovranno avere un po’ di pazienza, ma se usate un Mac, scaricatela e diteci cosa ne pensate. Di seguito un riassunto delle novità.

 

Addio Workspace. Benvenute Declinazioni

Una delle killer-feature di PubCoder, sin dalla prima versione, è stata la possibilità di gestire diverse versioni dei tuoi contenuti digitali in un solo progetto, permettendo di mettere appunto diversi layout e localizzazioni. Questo permette di creare con facilità varianti diverse di un ebook o applicazioni multilingua ottimizzate sia per tablet che per smartphone.

D’altra parte, a volte poteva risultare fastidioso dover gestire tanti workspace anche quando non servivano versioni diverse dei contenuti, ma esclusivamente per poter esportare lo stesso lavoro su piattaforme diverse, come IOS e Android: questo perché il workspace era sempre collegato ad un formato di esportazione.

Quindi abbiamo deciso di migliorare sganciando il formato di esportazione dai workspace. Così adesso puoi utilizzare una singola declinazione del contenuto e usarla per esportare il tuo progetto nei diversi formati disponibili, una sola dove prima te ne servivano tante. Ovviamente puoi  continuare a creare infinite declinazioni dei contenuti, ma è una tua scelta e non più un vincolo.

Quando crei un nuovo progetto non sei più obbligato a scegliere preventivamente un formato di esportazione. Potrai esportare il progetto in qualsiasi formato e in ogni momento, direttamente dalla finestra di progetto, utilizzando il menù di esportazione in alto a sinistra: qui potrai scegliere il formato, l’eventuale intervallo di pagine, e una destinazione per l’export, come un file, una app sul tuo computer, un negozio di app, il tuo network wifi, un simulatore o un altro apparecchio da te specificato.

 

PubReader e XPUB

Pubcoder 3 introduce XPUB, il nostro fomato aperto per le pubblicazioni digitali. Supporta pienamente l’interattività e contenuti con diverse declinazioni e localizzazioni; XPUB può essere letto perfettamente su tutti i dispositivi IOS e Android usando la nostra nuova app PubReader, disponibile gratuitamente su App Store e Google Play. Perché lo abbiamo fatto? Perché inventarci un nuovo formato e costruire un nuovo reader? Abbiamo almeno due buone ragioni:

  • Testare i vostri progetti in tempo reale: Pubcoder trova automaticamente qualsiasi tablet o smartphone collegato alla stessa WiFi con PubReader aperto, e permette di inviare con un click un’anteprima del tuo progetto. Non è più necessario esportare un’app nativa per testarla sul tuo dispositivo, e, poiché PubReader usa la stessa tecnologia delle applicazioni native costruite con PubCoder, quello che vedete in PubReader è identico a quello che vedrete alla fine nella vostra app.
  • Distribuire facilmente i vostri contenuti gratuiti: puoi esportare un contenuto in formato XPUB e condividerlo con amici, clienti o colleghi via email o utilizzando il tuo servizio preferito di sharing online (come DropBox o Google Drive). La combinazione di XPUB e PubReader rappresenta oggi la migliore opzione per distribuire contenuti digitali gratuiti: non devi registrare un account da sviluppatore, non devi usare una piattaforma di uno store, nessuna submission, nessuna perdita di tempo. Ultima cosa, ma non meno importante, non ci saranno più i problemi di compatibilità che hai oggi quando cerchi di aprire un EPUB3 interattivo su diverse piattaforme e reader. In una parola, ci siamo stancati di aspettare il reader universale per EPUB3 fixed layout, soprattutto quello Android. Da oggi c’è PubReader!

 

Testo e Tipografia Migliorati

PubCoder 3 introduce l’editing di testo direttamente sulla pagina, probabilmente la più richiesta dai nostri utenti. Questo significa che il testo non viene più gestito in una finestra secondaria, ma si può scrivere e vedere il risultato direttamente sul layout.
Per migliorare la corrispondenza dei font su tutte le piattaforme, abbiamo integrato una collezione di font serif, sans serif e monospazio, e cambiato il nostro font di default utilizzando Lato. Questo risolverà tutti i problemi di layout dovuti alla visualizzazione del testo in Helvetica su iOS, Arial su Windows, Droid o Roboto su Android.
La nostra libreria di font include anche OpenDislexyc, un carattere con una altissima leggibilità per le persone con problemi di dislessia.

Infine, abbiamo aggiunto la possibilità di impostare font, dimensioni e colori sia a livello del singolo box che dell’intero progetto, rendendo più semplice cambiare l’aspetto dell’intero progetto con un unico click.

Altre nuove funzionalità:

  • Un nuovo Editor del Codice, di cui siamo così orgogliosi da aver deciso di dedicargli un pulsante nel menù, proprio al centro. Basato su Ace, il nostro editor di codice include l’evidenziazione della sintassi per HTML, XML, JavaScript e CSS, un potentissimo trova/sostituisci con espressioni regolari, reindent automatico del codice, evidenziazione della corrispondenza delle parentesi, visualizzazione dei caratteri nascosti, drag’n’drop del testo, gestione dei ritorni a capo, folding del codice, cursori e selezioni multiple, controllo della sintassi in tempo reale per JavaScript e CSS e molto altro.
  •  Ancóra più immagini con licenza Creative Commons a portata di mano. In aggiunta alla possibilità di scaricare icone liberamente utilizzabili da The Noun Project, abbiamo usato il database di Open Images di Google per consentirti di scegliere tra migliaia di immagini creative commons utilizzando il machine learning per cercare anche oggetti all’interno delle immagini. E se ancora non bastasse, abbiamo anche integrato Unsplash per permettere di cerca nel loro catalogo di foto gratuite di qualità. Questo significa che con pochi click puoi cercare e scaricare l’immagine giusta senza mai lasciare PubCoder
  • Nuove opzioni di compressione delle immagini. PubCoder 3 consente di selezionare la qualità delle immagini JPEG, permettendoti di scegliere il miglior compromesso tra dimensioni del file e qualità delle immagini. Ma siamo anche andati oltre, aggiungendo la possibilità di comprimere anche le immagini PNG utilizzando l’algoritmo di compressione Zopfli di Google.
  • Costruire una app è molto più semplice. Abbiamo semplificato tutto il processo di creazione di una app: ora si può testare tutto senza perdere tempo con application ID, profili di provisioning e keystore; e quando si vuole procedere con la submission, PubCoder 3 aiuta filtrando le identità e i profili installati, controllando i metadati e proponendoti infine il caricamento del file tramite Application Loader o Google Play Developer Console.
  • 64 bit! PubCoder ora è un’app 64 bit. Questo significa che è in grado di sfruttare tutta la memoria RAM sul computer e e che è già pronto per i futuri sistemi operativi, che funzioneranno solo a 64 bit
  • La lista è ancora lunga: citiamo la comodità del nuovo menù Inserisci, l’inspector del progetto, l’area di drop negli inspector, il miglioramento del pannello interattività, i nuovi eventi Tap e Drag, la possibilità di incorporare video da YouTube e Vimeo, il supporto a EpubCheck 4.0.2 e molto molto altro
Angelo Scicolone

Angelo è responsabile della progettazione e sviluppo di PubCoder. Ha iniziato a programmare all'età di 9 anni, a soli 17 anni ha venduto i suoi primi prodotti Mac shareware attraverso il web e su cd-rom in tutto il mondo. Mentre si laureava in Informatica, ha co-fondato Emerasoft, dove ha sviluppato applicazioni desktop per l'editoria e sistemi di pubblicazione per Mac e Windows. Angelo ha anche scritto articoli e recensioni software per il magazine IT italiano Applicando. Dal 2007 ha sviluppato software ad hoc per desktop e mobile (Mac / Win / iOS / Web). Uno di questi progetti è poi diventato PubCoder.

Ultime news

19/09/2017
People often ask if it’s possible to use After Effects animations inside PubCoder publications: the answer is yes and it’s actually easy to do this, and the results are really cool. Our Lead Developer and Co-Founder Angelo explains how on @Medium.
24/07/2017
Why we chose to develop PubCoder as a Desktop App, and how it works coherently with other web-apps
13/07/2017
The PubCoder 3 beta release provides a good reason to Lead Developer Angelo to explain thoroughly what PubCoder is all about.