La bella addormentata nel frigo di Primo Levi: un racconto interattivo.

La bella addormentata nel frigo Primo Levi
14/04/2017
Di Daniela Calisi pubblicato in News

Questo libro  nasce da un laboratorio dal Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino, dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi, che ne ha curato i contenuti, e da PubCoder che ne ha progettato e realizzato lo sviluppo digitale. 

Utilizzando la metodologia già rodata in molti dei nostri corsi di produzione multimediale con PubCoder, ciascun partecipante al laboratorio si è visto assegnare una pagina del racconto e, durante gli otto incontri, svoltisi tra la metà di febbraio e la metà di maggio del 2016, ne ha curato tutte le fasi di sviluppo.

Sfogliando l’ebook il lettore può accedere a quattro diversi livelli di lettura, interrelati strettamente tra di loro. Il primo è quello de La bella addormentata nel frigo, testo del 1966 pubblicato recentemente da Einaudi nella nuova edizione delle Opere complete Einaudi a cura di Marco Belpoliti.

L’apparato di note multimediali che accompagnano l’atto unico fornisce un secondo piano di approfondimento e d’interpretazione del testo, arricchendolo con spiegazioni, immagini e filmati. Inoltre si può ascoltare l’opera tramite la lettura interattiva della versione radiofonica del 1961, che rende possibile cogliere questa fase dell’evoluzione del testo. Il terzo livello è dato dai video, utilizzati nei punti strategici della narrazione per rilevare anche quelle mutazioni nate nel passaggio dalla forma scritta allo sceneggiato televisivo del 1978. 

IMG_0008

Al netto della revisione editoriale quindi questo libro è stato redatto, impaginato e reso interattivo direttamente dal gruppo di ricerca, senza avvalersi di specifiche competenze informatiche o di redazione di testi.

In questo contesto PubCoder ha permesso agli autori di gestire direttamente e risolvere in maniera autonoma le questioni inerenti l’acquisizione e l’impaginazione del testo originale, la sincronizzazione della lettura ad alta voce, la disposizione delle note nello spazio testuale, la gestione dei tempi, dei collegamenti, e delle interazioni su immagini e suoni ed in generale le svariate problematiche che la produzione di un testo interattivo come questo implica. 

I protagonisti di questo esperimento, che ho avuto il piacere di coordinare insieme a Fabio Levi (Direttore del Centro Internazionale di Studi Primo Levi), Roberta Mori e Cristina Zuccaro (Centro Internazionale di Studi Primo Levi); Maurizio Vivarelli (Università di Torino); Stefano Giovannuzzi (Università di Perugia), sono stati studenti iscritti a corsi di laurea diversi dell’Università di Torino e un gruppo di bibliotecari della Biblioteca Civica Centrale di Torino, dell'Università di Torino e del Politecnico di Torino.

Un ringraziamento speciale va a Anna Seidita e Marco Testa, studente dell’Università di Torino che è stato il mio valido supporto nella revisione editoriale dell’intera pubblicazione e a Claudia Dipilato e Filippo Floridia dell’Ebook Lab, dispensatori di preziosi consigli.

Hanno partecipato: Federico Ascoli, Margherita Bongiovanni, Cinzia Botto, Gianfranco Bussetti, Valeria Calabrese, Silvia Maria Sara Cammarata, Giuseppe Carracchia, Rocchina Cericola, Riccardo Deiana, Cecilia De Martis, Erika Guadagnin, Viola Marchese, Jacopo Mecca, Federico Morgando, Marina Panero, Nunzia Spiccia, Marco Testa, Andrea Viola, Luca Vittonetto.

La bella addormentata nel frigo è scaricabile gratuitamente dall’Apple Store.

Il testo

La bella addormentata nel frigo è un atto unico di Primo Levi pubblicato nella raccolta Storie naturali con lo pseudonimo di Damiano Malabaila nel 1966. È la storia di una ragazza che vive ibernata da molto tempo, risvegliata una volta all'anno per il suo compleanno e in altre occasioni speciali. Un racconto che nasceva dai primi dibattiti sull'ibernazione e che avrebbe anticipato molta altra letteratura sullo stesso tema, fino al recente romanzo di Don Delillo Zero K. Levi scrisse due testi con finali lievemente differenti: uno per la versione radiofonica andata in onda nel novembre del 1961, e uno per il libro; più tardi, nel 1978, ne approntò una terza versione, aggiornata, per uno sceneggiato televisivo.

Daniela Calisi

Daniela ricopre il ruolo di tech evangelist in PubCoder: insegna, dà supporto e ispira gli utenti di PubCoder. Da oltre 15 anni, Daniela é docente di nuovi media ed è stata responsabile di diversi progetti per clienti come Rai, Intesa San Paolo, Regione Piemonte. Ha insegnato Interactive Platforms presso l’Università  di Torino e Web Design presso lo IED. Ha inoltre supervisionato team media e di creativi per aziende come Accenture Media Agency, Domino,  e Fondazione Fitzcarraldo.

Ultime news

19/09/2017
People often ask if it’s possible to use After Effects animations inside PubCoder publications: the answer is yes and it’s actually easy to do this, and the results are really cool. Our Lead Developer and Co-Founder Angelo explains how on @Medium.
24/07/2017
Why we chose to develop PubCoder as a Desktop App, and how it works coherently with other web-apps
13/07/2017
The PubCoder 3 beta release provides a good reason to Lead Developer Angelo to explain thoroughly what PubCoder is all about.